Guida di Firenze con informazioni turistiche su Firenze e la Toscana: arte, storia, eventi, hotel e b&b
Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)
portale turistico firenze hotel
Palazzo Pitti - Museo della Specola – Cappella Brancacci
In questa passeggiata natura, scienza e arte concorrono a creare per il visitatore un’atmosfera di intensa emozione. La Natura dà il meglio di sè quando si percorrono i viali alberati del giardino di Boboli ornati di statue e ricchi di punti panoramici, la Scienza si offre come osservatorio di anatomia nel Museo della Specola, l’Arte infine si svela nella Cappella Brancacci con gli affreschi mirabili di Masaccio. 

Si consiglia di dedicare a questo itinerario, molto ricco e diversificato, un’intera giornata. Per una sosta, i punti di ristoro sono molteplici.


  1. Palazzo Pitti
  2. Giardini di Boboli
  3. San Felice
  4. Museo Zoologico La Specola
  5. Via Maggio
  6. Santo Spirito
  7. Santa Maria del Carmine (Cappella Brancacci)

PALAZZO PITTI

Piazza de Pitti
Visita a pagamento. Possibilità di biglietto congiunto con Galleria Palatina e Appartamenti Reali
ORARI: dal martedì alla domenica, ore 8.30 – 18.50
Tel: 0552388614

GIARDINO DI BOBOLI

Piazza de Pitti
Visita a pagamento. Il biglietto comprende anche l’ingresso al Museo delle Porcellane.i
ORARI: tutti i giorni dalle ore 9.00 a circa un’ora prima del tramonto.
CHIUSURE: primo e ultimo lunedì del mese
Tel: 0552651816; per prenotazioni Tel: 055294883


Questo spettacolare giardino all’italiana che parte dalla collina dietro Palazzo Pitti fu disegnato nel 1550 da Tribolo. I lavori cominciarono quando Cosimo I de' Medici e sua moglie Eleonora di Toledo vollero costruire in quest'area la nuova reggia. Al giardino, ricco di sculture al punto da poter essere considerato un museo all’aperto, lavorarono tra gli altri Giorgio Vasari, (1554-1561), Bartolomeo Ammannati e Bernardo Bontalenti.

A questa fase dei lavori risalgono un Anfiteatro del XVII secolo ornato da una vasca e da sculture, sede di spettacoli all’aperto nella stagione estiva, la fontana dell'Oceano scolpita dal Giambologna, la piccola Grotta di Madama e la Grotta grande, gioiello di architettura e cultura manieristica, con le sue decorazioni interne ed esterne di stalattiti, animata anche da giochi d'acqua. Altre tappe importanti del giardino di Boboli sono il Vivaio di Nettuno e proprio alla sommità del colle il giardino del Cavaliere che offre una splendidavista panoramica e il cui adiacente villino ospita il Museo delle Porcellane che espone pregevoli pezzi provenienti da Sevres, Chantilly, Capodimonte, Vienna, Berlino,Worcester, Cina, Giappone. Dopo il Prato dell'Uccellare, scendendo verso Porta Romana, troviamo il Viottolone, lungo viale rettilineo fiancheggiato da cipressi e statue che arriva fino al piazzale dell'Isolotto, al centro del quale è situata la grande fontana dell'Oceano del Giambologna circondata da altre tre sculture raffiguranti i fiumi Nilo, Gange ed Eufrate. Il Kaffeehaus, la Limonaia e la Palazzina della Meridiana vennero realizzati nel Settecento, in epoca lorenese. Nel 1789, al centro dell'Anfiteatro, venne eretto l'Obelisco egiziano proveniente da Luxor.

SAN FELICE

La chiesa, che sorge in uno spiazzo poco distante da Palazzo Pitti, presenta una facciata rinascimentale attribuita a Michelozzo. L’interno custodisce, a ornamento degli altari quattrocenteschi, buoni dipinti databili tra il ‘300 e il ‘600 e sulla parete destra, un Crocefisso della bottega di Giotto.

MUSEO ZOOLOGICO LA SPECOLA

Via Romana, 17
Visita a pagamento.
ORARI: dal giovedì al martedì, ore 9.00 – 13.00
Tel: 0552288251

Al primo piano si può ammirare la Tribuna di Galileo, una vasta sala a emiciclo decorata con mosaici e affreschi a celebrazione degli scienziati fiorentini.
Al secondo piano sono conservate in numerose teche pezzi anatomici in cera colorata prodotti dal 1775 al 1814. Tra essi spiccano gli studi anatomici in cera di C. Susini di chiaro riferimento al clima scientifico ed illuminista del ‘700 e le composizioni del ‘600 di Gaetano Zumbo che rivelano il gusto per il macabro, proprio del barocco.

VIA MAGGIO

Rettilinea  e fiancheggiata da palazzi databili tra il XIV e il XVII secolo, ospita al numero 26 la casa di Bianca Cappello, opera del Buontalenti, notevole esempio di abitazione signorile cinquecentesca.

SANTO SPIRITO

Piazza Santo Spirito (Oltrarno)
Visita a pagamento.
ORARI: dal lunedì al venerdì, ore 8.30 – 12.00 e 16.00 – 18.00
Tel: 055210030

Si tratta di uno degli edifici più belli del Primo Rinascimento. Iniziata da Filippo Brunelleschi nel 1444 fu portata a termine dal Manenti quaranta anni più tardi. Le linee purissime della nuda facciata formano un insieme di grande armonia con le linee rigorose del campanile progettato da Baccio d’Agnolo. L’interno è suddiviso in tre navate scandite da arcate su colonne che girano anche nel transetto. Agli altari delle cappelle sono custodite numerose opere insigni di maestri scultori e pittori del ‘400 e del ‘500 tra cui ricordiamo Rossellino (sarcofago Capponi) e Filippino Lippi (Madonna con Bambino e Santi).
Dalla navata sinistra si accede ad un vestibolo dalla stupenda volta a botte (Cronaca), e quindi alla sagrestia ottagonale a due ordini di pilastri con copertura a cupola a costoloni, opera di Giuliano da Sangallo.

SANTA MARIA DEL CARMINE - CAPPELLA BRANCACCI

Piazza del Carmine, 14
Visita a pagamento.
ORARI: feriali: ore 10.00 – 17.00; festivi: 13.00 – 17.00. CHIUSO il martedì.
Tel: 0552382195


La chiesa originale, sorta nel Medioevo, andò distrutta nel grande incendio del 1771 per cui fu ricostruita in stile barocco. Sorprendentemente, l’annessa cappella Brancacci, universalmente famosa per gli affreschi del Masaccio, venne preservata. Il compito di affrescare la cappella venne affidato a Masolino ma fu il suo aiuto, Masaccio, che impresse ai dipinti un tale vigore plastico ed un così forte senso della prospettiva da essere considerato da tutti, in tutti i tempi, l’artista nuovo destinato a essere un riferimento per gli altri e il punto di rottura con la stilizzazione goticheggiante. Masaccio, per la prima volta, veniva a introdurre quel senso di terrena umanità che avrebbe pervaso la pittura a venire . Il ciclo di affreschi fu portato a termine cinquant’anni più tardi da Filippino Lippi.

Consigliamo il visitatore di soffermarsi sui due dipinti La Tentazione di A damo ed Eva di Masolino e La Cacciata di Adamo ed Eva di Masaccio che si trovano su due pareti opposte, perchè il confronto possa rendere ragione della forza dirompente di questo artista che ha traghettato la pittura nel Rinascimento.

.
 

Hotel Consigliati


Lilium Hotel Firenze
Lilium Hotel Firenze
3 stars
Lilium Hotel Firenze
Via Fiume, 17
Zone: San Lorenzo, Fortezza da Basso, Santa Maria Novella
Lilium Hotel è un nuovo hotel nel centro storico.

Hotel Gioia
best hotel
3 stars
Hotel Gioia
Via Cavour, 25
Zone: San Lorenzo - Santa Maria Novella - Duomo
Hotel 3 stelle situato nel centro storico di Firenze, in zona centrale vicino la Galleria degli Uffizi


Hotel Desiree
best hotel
3 stars
Hotel Desiree
Via Fiume, 20
Zone:San Lorenzo - Santa Maria Novella - Fortezza da Basso
Le 18 Camere dell'Hotel Desiree sono situate nel centro di Firenze in un quartiere comodo e silenzioso

Hotel Jane
3 stars
Hotel Jane
via Orcagna, 56
Zona: Lungarno Tempio
L'Hotel Jane, tra i più originali e apprezzati di Firenze a 10 minuti dal Duomo e a 5 da Santa Croce.

 


Eventi a Firenze
Firenze
Sab

22°C
Dom

20°C
Lun

18°C